CASE HISTORY: Rewamping contabilizzazione del calore cond. widmer forli’

In fase costruttiva, il condominio in oggetto era stato dotato di un sistema (impianto) di contabilizzazione del calore non adatto a colmare le esigenze condominiali di qualità del dato registrato e di disponibilità dello stesso in tempi brevi.
L’azienda ha pertanto progettato una soluzione che coprisse tali necessità proponendo un sistema composto da N°4 contatori generali di centrale per la contabilizzazione dell’energia termica e frigorifera, oltre a n°55 contatori divisionali di energia termica/frigorifera, uno per ogni utenza, aventi le seguenti caratteristiche tecniche:
 

  • Volumetrica ad ultrasuoni, senza parti in movimento e praticamente esente da manutenzione;
  • Contatore certificato MID (Measuring Instruments Directive - Strumenti di Misura)
    La Direttiva MID: Direttiva 2004/22/CE, e' stata recepita dai paesi europei a partire dal 30 ottobre 2006, recepita in Italia il 17.03.2007 con il Decreto Leg.vo 2 febbraio 2007, n.22;
  • Scheda di interfaccia LONWORKS.

Oltre alla fornitura di tali contatori è stato installato un sistema di telecontrollo che permette alla centrale di produrre energia in funzione all’effettivo fabbisogno misurato dagli stessi contatori.
Questa funzionalità unita all’utilizzo di elettropompe di circolazione dotate di inverter, ha permesso un risparmio notevole sia di energia primaria (gas metano) che di energia elettrica per il funzionamento delle elettropompe stesse.
Il sistema permette la telelettura del contatore agli utenti abilitati (p.e. Amministratore condominiale) grazie ad una pagina web sempre disponibile attraverso una semplice connessione internet.
 



Ritorna:contabilizzazione calore