CASE HISTORY: Università di Bologna - G.E.CO Project

Il progetto di building automation G.E.CO. (Gestione Energetica e Controllo Remoto) realizzato per l’Università di Bologna è nato dalla necessità di ottimizzare gli impianti di riscaldamento e condizionamento dell’aria,monitorando e di conseguenza contenendo i consumi energetici e migliorando il comfort delle strutture.
La soluzione proposta da Casadei&Pellizzaro ha permesso di coniugare questi obiettivi svincolando l’Università di Bologna da sistemi proprietari grazie all’utilizzo di protocolli aperti, Lonmark, BACnet, Enocean, Dali.
Per raccogliere, controllare e analizzare i dati relativi ai consumi energetici sono stati installati misuratori di calore, di energia elettrica e di portata per fluidi. I dati provenienti dai misuratori possono così venire raccolti in tempo reale e memorizzati su database tramite un sistema flessibile appoggiato sull’infrastruttura di rete dell’Università. Questo sistema ha permesso all’Università di:
 
  • individuare impianti o porzioni di edifici che presentano i consumi più elevati;
  • analizzare i risultati raggiunti in seguito a lavori effettuati per il miglioramento energetico;
  • ripartire i costi in capo a edifici, reparti, aree di competenza;
  • individuare eventuali consumi anomali (per esempio in orario notturno o nei giorni festivi).
 
Nel progetto sono stati integrati anche dispositivi wireless (Standard Enocean) che non richiedono apporto di energia ma che generano l’energia necessaria al loro funzionamento tramite il movimento, la luce solare o la differenza di temperatura.
E’ stato inoltre implementato un sistema di Controllo Remoto per mantenere il monitoraggio dei flussi energetici e dei parametri ambientali. Attraverso un pannello remoto con interfaccia web è possibile visualizzare e  impostare parametri ed orari di funzionamento degli impianti totalmente da remoto. Alert automatici tramite e-mail avvisano i responsabili dell’ufficio tecnico dell’università del superamento di soglie impostate di allarme di energia o di potenza mentre report vengono periodicamente inviati agli stessi.
Questo sistema di building automation permette dunque all’Università di Bologna di ottimizzare il consumo energetico:
  • raccogliendo i dati provenienti dagli impianti in tempo reale e controllando costante del funzionamento
  • riducendo i consumi di energia attraverso l’analisi ed il controllo dei dati
  • comparando i consumi fra i diversi impianti e fra diversi periodi temporali
  • analizzando i rapporti fra consumi di energia e temperature esterne
  • rendendo l’Università indipendente dalla aziende costruttrici di impianti grazie all’uso di dispositivi che utilizzano protocolli standard e aperti
 
Gli edifici già adeguati (anche solo parzialmente) a tale progetto sono:

  • Facoltà di Psicologia – V-le Europa 115 – Cesena
  • Facoltà di Agraria – Plesso Vespignani – Imola
  • Dipartimento di Biologia - Evoluzionistica Sperimentale - Via Selmi, 3 – Bologna
  • Campus Forlì - Pad. Gaddi Morgagni - Scienze Politiche
  • Campus Forlì - Pad. Celtico - Aule Master
  • Campus Forlì - Pad. Ingresso - Forlì - IN CORSO DI RISTRUTTURAZIONE
  • Campus Forlì - Caffetteria e Mensa
  • Campus Forlì - Trefolo - IN CORSO DI COSTRUZIONE
  • Biblioteca Bigiavi (4 piano) - Via Belle Arti - Bologna
  • Cliro - Via Marconi - Forlì
  • SSLimit - Pal. Becchi - VIa Oberdan - Forlì

 

    
 



Ritorna:building automation